Nel solo Regno Unito, si stima che gli invii postali di operatori di vendite per corrispondenza generino ogni anno un volume d’affari di quasi 25 miliardi di sterline, con un aumento del 140 per cento della spesa relativa al direct mailing nell’arco degli ultimi otto anni. La redditività dell’investimento si attesta al 40 per cento, mentre i tempi medi di engagement del consumatore superano attualmente i 10 minuti. I motivi per cui il direct mail risponde al motto "Add Print, Add Power" sono molteplici. Eccone illustrati qui di seguito sette fra i più importanti.

 

Il momento della posta

Il direct mail entra nelle case delle persone e viene consumata su base one-to-one. Ecco perché offre al vostro brand un tempo più lungo di esposizione ai vostri potenziali clienti, tempo prezioso per rafforzare l’awareness, per convincere, persuadere e coinvolgere i consumatori in un ambiente rilassato, nel momento a loro più congeniale.

Precisa definizione del target

ll direct marketing è maggiormente efficace se reso rilevante per il destinatario attraverso contenuti mirati, rivolti direttamente al target prescelto. Questo si traduce in un rafforzamento della relazione tra brand e consumatori, con l’ausilio delle nuove tecnologie di stampa digitali a rendere ancor più semplice la personalizzazione dei messaggi. Il Direct Mailing può costituire un utile strumento di raccolta dati, per ampliare lo spettro di informazioni in merito a un soggetto o alla clientela nel complesso.

Esperienza del brand

Poiché il vostro messaggio non è vincolato agli scaffali di un’edicola o allo schermo televisivo, avrete la possibilità di stimolare e intrattenere i vostri clienti con innovazioni che permettano loro di rivalutare il vostro brand e promuovano una risposta. Sperimentate formati differenti, diverse qualità di carta, adesivi, o addirittura stimolate il loro senso del tatto e dell’olfatto per una comunicazione di grande incisività. Se poi desiderate ampliare l’esperienza di brand, affidatevi ai codici QR, all’Augmented Reality o alla tecnologia Video-in-Print.

Indurre all'azione

Il direct mailing è la forma di comunicazione che presenta maggiori probabilità di stimolare una risposta da parte del consumatore, risposta il cui costo può essere misurato con precisione. Si tratta di un canale che offre incentivi all’azione: l’esito ideale per qualsiasi comunicazione ai consumatori. E poiché il messaggio promozionale inviato tramite direct mailing è un oggetto tangibile, è più probabile che resti in giro per la casa, fornendo un richiamo costante al vostro brand e ai vostri prodotti, nonché un invito ad accostarsi ad altri supporti mediatici come brochure o Internet.

Efficacia e misurabilità

Il direct mailing può svolgere funzioni differenti, a seconda delle vostre esigenze di marketing. Se intendete ampliare il parco clienti, il direct mail è lo strumento ideale per acquisire nuova clientela. Inoltre, il direct mailing resta l’unico canale di direct marketing legalmente riconosciuto in ambito UE, poiché opera sulla base di un modello di opt-out.
Iscritta nel vostro programma CRM, il direct mailing può coinvolgere i consumatori a intervalli regolari. Il valore di questi consumatori può essere, inoltre, aumentato tramite operazioni di cross-selling e up-selling, facendo leva sul brand equity, o patrimonio di marca, per stimolare le vendite di prodotti alternativi o nuovi.

Liberate la creatività!

Inviando un pacco postale contenente un gadget utile e accattivante, su cui campeggia il vostro marchio, quell’oggetto avrà una permanenza prolungata in casa e produrrà diversi contatti; il tutto al costo di un unico invio postale. Il direct mailing lascia ampio margine alla creatività: potrete spedire qualsiasi cosa, a patto che possa essere contenuta in una busta o in una scatola!

ROI da capogiro!

È indubbio che il direct mailing sia un’opzione estremamente efficiente in termini di costi. Permette di raggiungere migliaia di persone a fronte di un esborso minimo. In media, ogni singolo euro investito in attività di direct mailing, frutta 14 euro, con picchi addirittura di 40 euro, nell’ambito di alcune campagne (Royal Mail, Regno Unito).