I cataloghi, una delle forme più antiche di marketing, si confermano poderosi veicoli di commercializzazione, sebbene il loro ruolo sia cambiato. Laddove in passato costituivano un supporto promozionale a risposta diretta, oggi inducono il consumatore ad accedere a Internet per effettuare un ordine online. Sembra che i consumatori apprezzino ancora di potersi sedere a sfogliare un buon catalogo, lasciandosi ispirare da nuove idee e prodotti, in completo relax. Questo cambiamento di ruolo, lungi dall’intaccare la varietà e la popolarità dei cataloghi, ne ha invece sancito la crucialità, come parte essenziale del marketing mix multimediale. I cataloghi stanno conoscendo una rinascita, grazie alla versatilità e alla praticità delle pubblicazioni stampate. In un mondo dove chiunque può lanciare un sito web, la perizia e la cura che sta dietro alla realizzazione di un catalogo sono estremamente apprezzate sia dagli inserzionisti che dai consumatori, come dimostra il successo dell’applicazione Google catalogue, uno strumento online che riunisce i cataloghi di un gran numero di brand. Con nuovi formati e l’introduzione di contenuti editoriali, è indubbio che i cataloghi stampati rivestono ancora un ruolo fondamentale nel settore della vendita al dettaglio e continueranno a rivestirlo anche negli anni a venire. Perché? Ecco sette ottime ragioni.

 

 

 

 

Accessibilità

I vantaggi dei cataloghi stampati sono essenzialmente la praticità d'uso, il livello di fiducia e l'accessibilità. Sono portatili, accattivanti e concepiti per essere sfogliati ripetutamente. Sebbene Internet sia ormai parte integrante di qualsiasi operazione di commercio al dettaglio, i cataloghi pongono un'intera azienda nelle mani del consumatore, con tutti i prodotti disponibili a colpo d'occhio. Da una ricerca condotta nei paesi nordici, risulta che il 38% dei consumatori valuta i prodotti sfogliando un catalogo, prima di effettuare un acquisto online (E-Commerce in the Nordics, 2011).

 

 

 

 

 

Informazione

Il catalogo è una fonte di informazione leggera e pronta all'uso, le cui pagine contengono già la risposta a numerosi interrogativi. Prezzo, design, colore, formato, qualità, funzionalità, sono tutti dati che possono essere comunicati rapidamente. Il 34% dei consumatori ritiene che i cataloghi offrano una migliore panoramica dell’assortimento, facilitando il raffronto tra diversi prodotti (E-Commerce in the Nordics, 2011). L’informazione di prodotto è oggi ancora più ricca, grazie all’ausilio dei codici QR e della realtà aumentata, che permettono al consumatore di accedere a contenuti online come video o interviste, conferendo al catalogo una dimensione aggiuntiva.

 

 

Seduzione

Nel caso di prodotti di alta gamma, un catalogo offre l'opportunità di avvicinare il consumatore al mondo del brand, presentandogli il prodotto in una dimensione che va al di là della vetrina di un negozio. Grazie ad accattivanti tecniche di design e all’uso di particolari tipologie di carta, quest’esperienza induce il lettore a lasciarsi sedurre dal prodotto stesso, e ne aumenta la propensione all’acquisto o a una qualche altra forma d’azione.

 

 

 

Brand-building

Un catalogo offre al brand un significativo lasso di tempo per comunicare con il consumatore, il quale, mentre è impegnato nella lettura, recepisce i messaggi e i valori del marchio, rafforzando il suo legame con esso. L’introduzione di contenuti editoriali a descrizione del prodotto all’interno dei cataloghi ha dato vita al “magalogue”: connubio fra l’intrattenimento e la divulgazione offerti delle riviste e la natura prettamente informativa dei cataloghi. I magalogue sono efficaci ambasciatori del marchio, perché i prodotti possono rafforzare l’immaginario legato al brand.

 

 

 

Opportunità di targeting 

L'efficacia comunicativa dei cataloghi è superiore se la loro distribuzione è mirata e se il target di pubblico è definito sulla base di un'ampia gamma di variabili. In questo modo è infatti possibile selezionare le categorie di consumatori che presentano maggiore propensione alla spesa e distribuire il catalogo di conseguenza. L’universo digitale riveste un ruolo cruciale ai fini del targeting, poiché i dati dello shopping online vengono impiegati per ottimizzare il targeting dei cataloghi, e i codici QR possono essere stampati per guidare l’acquirente verso il punto vendita più vicino, tramite il suo smartphone.

 

 

 

Fedeltà al marchio

Il fine ultimo di qualsiasi campagna di marketing è promuovere la fedeltà nei confronti del brand. Offrendo un catalogo ricco di creatività e slancio innovativo, è possibile incoraggiare la fidelizzazione del consumatore, gratificato dalla consapevolezza che le proprie abitudini d'acquisto siano valse gli sforzi compiuti per realizzare quella pubblicazione. Il catalogo è dunque la vostra vetrina, il contesto ideale per catturare l'attenzione dei consumatori, direttamente a casa loro, prima di indirizzarli al sito web per effettuare l’acquisto.

 

 

 

Efficacia

Numerosi brand internazionali considerano ancora il catalogo il loro primario strumento di vendita. La convenienza di queste pubblicazioni, che vanno ad aggiungersi a siti web, call center e alla rete di punti vendita, risiede nella possibilità di misurarne in maniera rapida e precisa il successo: un vantaggio reale per i responsabili del marketing. I cataloghi compensano la scarna immediatezza dello shopping online, aumentando l’efficacia di entrambi gli strumenti; mentre la possibilità di tracciare gli acquisti mediante URL personalizzate, stampate sui cataloghi, incrementa i valori relativi alle vendite per pagina; informazione che può essere usata per ottimizzare il layout delle edizioni successive.